Prodotti

iPhone 13 Pro Super. Ultra. Pro.
Acquista uno dei modelli della gamma iPhone 13 a partire da 25€/mese senza anticipo.

iPhone 13 Pro Super. Ultra. Pro.

I 4 collaboration tools più avanzati di Google Workspace

I 4 collaboration tools più avanzati di Google Workspace

Quali sono i 4 migliori strumenti di produttività in cloud che la nuova piattaforma di Google offre in abbonamento a piccole e grandi imprese? Te li descriviamo qui.

21_i-4-collaboration-tools-piu-avanzati-di-google-workspace
07.09.2021
time Tempo di lettura 4 minuti

Google Workspace rivoluziona l’approccio al lavoro, non solo a livello di produttività individuale, ma anche rispetto agli ambienti strutturati, come gli uffici pubblici e privati e gli studi professionali. La sua offerta in cloud computing, infatti, scardina l’orientamento al software installato sul singolo pc aziendale e a questo sostituisce l’hosting dei dati e delle informazioni in centrali sicure, fornite dallo stesso provider, o allestite internamente su server di proprietà.

 

Il nostro nuovo marchio Google Workspace riflette un’esperienza più connessa, utile e flessibile” ha affermato Javier Soltero, vicepresidente di Google e General Manager di Workspace, in una recente intervista, nella quale ha annunciato anche il nuovo nome della piattaforma e l’inserimento di tools innovativi e avanzati rispetto al passato.

 

Questi strumenti offrono agli utenti abbonati la possibilità di ammodernare notevolmente le procedure legate alla realizzazione di calendari di team o di progetto, alla creazione di documenti - fogli di calcolo e presentazioni, all’esecuzione di videoconferenze e alla gestione dei file basata su processi collaborativi.

1. Google Calendar per imprese su Google Workspace

Calendar è l’applicazione di Google Workspace pensata per semplificare le attività di ogni impresa, grazie a un’efficiente pianificazione delle giornate di lavoro, che sono rappresentate - in forma di calendario - in Gmail e condivise all’interno del team di progetto. L’efficacia di Calendar sta proprio nella sua capacità di organizzare gli appuntamenti per gruppi di lavoro specifici, incrociando le disponibilità di dipendenti interni e collaboratori esterni all’azienda, per trovare in pochi click la fascia oraria e il giorno in cui fissare i meeting.

 

La trasparenza e la condivisione delle informazioni sono il punto di forza dell'app, che permette di mostrare i propri appuntamenti ai gruppi di colleghi, rendendo addirittura aperto il proprio Calendar, che può essere facilmente pubblicato sulla intranet aziendale di Google Sites o sul sito web. Il vantaggio di essere uno strumento online rende Google Calendar disponibile sempre e in ogni luogo, grazie alla sua simultanea sincronizzazione su tutti i dispositivi portatili e per ogni sistema operativo: ovunque ci si trovi il Calendario di Google consente di visualizzare eventi, modificarne i contenuti ed invitare nuovi partecipanti, gestendo automaticamente le notifiche di invio e ricezione.

Workspace in una app

Per una nuova digitalizzazione: l’ufficio in un’app

 

WHITE PAPER

2. Google Workspace e le applicazioni Docs, Spreadsheeets e Presentazioni

La rivoluzionaria suite di Google, nata per rendere le attività aziendali sempre più agili, offre sorprendenti applicativi per la creazione e la condivisione simultanea di documenti di lavoro, fogli di calcolo e presentazioni di dati. Perfettamente integrata nella piattaforma Workspace è, dunque, la app Docs, che consente di modificare, contemporaneamente a tutti i membri del proprio gruppo di lavoro, i documenti di testo, permettendo - allo stesso tempo - che questi vengano visualizzati in modo identico da tutti. Anche Google Sheets, il modulo di fogli di calcolo incluso in abbonamento agli utenti di Google Workspace, ricalca la medesima modalità collaborativa, così come avviene anche per l’app per uffici “Presentazioni”, che, grazie alla connessione internet e senza la necessità di installare software, consente a colleghi di progetto di elaborare le stesse diapositive, apportando a ciascuna di queste modifiche o migliorie.

 

Oltre alla potenzialità e all’interfaccia cooperativa, rappresenta un’assoluta novità nell’offerta di Google la funzionalità “Moduli”, che consente di creare sondaggi e quiz personalizzati per incontrare le preferenze dei propri interlocutori e tracciarle su fogli di calcolo, in grado di registrare risposte e propensioni.

3. Google Meet di Google Workspace: se la teleconferenza è un must

Quando non ci si può incontrare di persona, Google Meet, la app di Workspace per le videoconferenze, connette i colleghi di lavoro e avvicina le persone. Il provider ha lavorato moltissimo su questo strumento di comunicazione nei mesi appena trascorsi, con l’obiettivo di colmare con immediatezza ed efficienza i vuoti relazionali determinati dalla pandemia: ne è risultato un tool attuale che, insieme a Google Chat, rinnova le funzionalità del predecessore Hangouts e che, pur con alcune necessarie limitazioni rispetto alla versione a pagamento, è disponibile sul mercato anche in modo aperto, senza la sottoscrizione di un abbonamento business.

Workspace in una app

Per una nuova digitalizzazione: l’ufficio in un’app

 

WHITE PAPER

4. Google Workspace per la gestione e l’archiviazione dei file

Google affida al cloud computing non solo il file sharing e la compilazione collaborativa di documenti, fogli e presentazioni, ma anche il file hosting, che si basa su un software open source, preinstallato su tutti i dispositivi il cui sistema operativo è fondato sul Google, e che prende il nome di Drive. Nato per semplificare i processi di archiviazione a chi utilizza smartphone e tablet come device prioritario nella sua giornata lavorativa, Google Drive è perfetto anche per l’uso da PC. Inoltre (caratteristica aggiuntiva di non poco valore) è compatibile con la piattaforma iOS.

Google Workspace: perché sceglierlo in abbonamento

Risultano evidenti e chiarissimi i vantaggi che la suite Google Workspace offre alle aziende attraverso le sue innovative applicazioni web. A questi si aggiunge l’assistenza 24 ore su 24, la possibilità di personalizzare le mail in base al dominio, l’incremento delle potenzialità di archiviazione su Drive a seconda di soglie e “pacchetti”, l’espandibilità del numero di partecipanti alle videoconferenze con Meet. Insomma, Google Workspace non solo si definisce come una vera e propria rivoluzione nell’approccio al lavoro, ma rappresenta anche la scelta che tutte le imprese, piccole e grandi, dovrebbero intraprendere per la propria produttività.

Ti potrebbe anche interessare