Prodotti

iPhone 13 Pro Super. Ultra. Pro.
Acquista uno dei modelli della gamma iPhone 13 a partire da 25€/mese senza anticipo.

iPhone 13 Pro Super. Ultra. Pro.

E-commerce e vendite online per piccoli e medi business

E-commerce e vendite online per piccoli e medi business

Aprire un e-commerce è oggi fondamentale per qualsiasi business: anche quelli più piccoli devono rimanere al passo con i tempi e cimentarsi con le vendite online.

1280x853_ecommerce
15.03.2022
time Tempo di lettura 7 minuti

Aprire un e-commerce per la vendita online di prodotti o servizi è diventata una necessità per la maggior parte dei business che, a prescindere dalla loro dimensione, devono fare i conti con un mondo sempre più digitalizzato. Visto che arrischiarsi in questa impresa non è sempre facile, ecco una guida che può tornare utile ai business che vogliono iniziare a vendere online e non sanno da dove cominciare e quali sono gli strumenti necessari.

E-commerce: cos’è e come funziona

L’e-commerce (commercio elettronico) altro non è che la vendita online di beni e servizi tra due o più soggetti. Sulla base dei soggetti coinvolti, si possono individuare tre diverse tipologie di e-commerce:

 

  1. B2C (Business to consumer) indica un rapporto commerciale tra un’azienda e i clienti finali per attività di vendita ed assistenza online di beni e servizi. 
  2. B2B (Business to Business) indica la modalità di scambio di beni e servizi tra aziende.
  3. C2C (Customer-to-customer) indica la modalità di commercio elettronico online tra privati consumatori, senza l’intermediazione o il coinvolgimento delle aziende.

 

In questa sede ci occuperemo dell’e-commerce B2C che si rivolge appunto a tutti i consumatori. Solitamente per poter vendere i propri prodotti o servizi online, un’attività ha bisogno di dotarsi di un sito web dove i consumatori possano prendere visione di quanto offerto ed eventualmente procedere all’acquisto direttamente sulla piattaforma. Per quanto in apparenza piuttosto semplice, si tratta di un’opportunità che può rappresentare una vera e propria svolta per le piccole e medie imprese.

Come aprire un’attività di e-commerce

Per aprire un’attività e-commerce è fondamentale predisporre un piano che ci aiuti a sviluppare una strategia di marketing di successo e a tenere sotto controllo tutte le attività. 

 

Prima di creare un proprio sito e-commerce però è necessario porsi delle domande specifiche: quali sono i miei obiettivi? A quale target voglio rivolgermi? Cosa offro di diverso dagli altri? Perché dovrebbero scegliere me? Rispondere a queste domande consente di definire la strategia migliore per il proprio e-commerce e le successive attività da mettere in atto.

 

Una volta definiti gli obiettivi, è possibile passare alla fase più operativa e compiere tutti i passaggi per arrivare ad aprire un’attività di e-commerce online. Si inizia, quindi, pianificando le fasi di disegno e realizzazione del proprio sito con un’attenta analisi delle risorse da investire, sia in termini economici che umani. Ovviamente sarà fondamentale accrescere la visibilità dell’iniziativa sul web attraverso l’ottimizzazione SEO e l’apertura di una pagina dedicata alla propria attività sui Social Media con l’obiettivo di raggiungere e acquisire più utenti possibili.

Prova
Sito Semplice

Prova Sito Semplice

Crea subito il tuo sito web e il tuo e-commerce personalizzato.

Come creare un e-commerce e da dove iniziare

Se ti stai domandando come creare un e-commerce e da dove iniziare sei nel posto giusto: abbiamo realizzato anche una comoda guida scaricabile per aiutarti a lanciare il tuo shop online. Quando arriva il momento di aprire un sito per la vendita online, infatti, spesso si viene colti da una serie di dubbi. La principale difficoltà sta, infatti, nel riuscire a calcolare le revenue attese prima del lancio dell’e-commerce: senza una stima concreta non si riesce a comprendere che ritorno sull’investimento ci sarà e se sia più o meno conveniente.

 

C’è anche da tenere presente che, sebbene sia uno strumento utile nella maggior parte dei casi, l’e-commerce potrebbe non essere adatto a tutti. Per sapere se è l’idea giusta per la tua azienda, ci si deve porre le domande di cui sopra e capire se le risorse a propria disposizione sono sufficienti. Se non si ha la possibilità di investire in una piattaforma e-commerce, si può nel frattempo aprire un sito vetrina senza vendita online, che potrà poi essere implementata in un secondo momento.

 

Quasi nessuno lo sa, ma Google My Business, un potente strumento SEO per farsi trovare dagli utenti interessati nelle vicinanze, può essere utilizzato anche per fare e-commerce in maniera semplice e immediata. Basta capire come funziona e il gioco è fatto!

Come funzionano le principali piattaforme e-commerce

Le piattaforme e-commerce che si possono utilizzare sono davvero tante: come funzionano e quale scegliere? Per piattaforma digitale si intende una struttura che sfruttando l’effetto rete permette la creazione di valore attraverso lo scambio di informazioni, beni e servizi. Le diverse piattaforme agiscono in pratica da intermediari, gestendo le relazioni tra domanda e offerta e facilitando così lo scambio tra beni e servizi. 

 

Tutte le principali piattaforme e-commerce, permettono di svolgere alcune azioni fondamentali come:

 

 

·         Aggiunta, modifica e pubblicazione dei prodotti dell’e-commerce.

·         Suggerimenti di prodotti correlati.

·         Possibilità di selezionare più prodotti.

·         Creazione di un carrello con tutti i prodotti.

·         Registrazione dell’utente alla piattaforma.

·         Possibilità di procedere al pagamento direttamente online.

·         Conferma del pagamento e numero dell’ordine.

 

 

Per quanto riguarda i pagamenti, devi sapere che esistono diversi gateway di pagamento per e-commerce, ovvero dei servizi commerciali che fanno capo a un fornitore in grado di autorizzare i pagamenti. La scelta del servizio dipende da una serie di fattori che vanno valutati di caso in caso a seconda delle proprie esigenze.

Oltre a creare un e-commerce per la propria attività si possono anche sfruttare le maggiori piattaforme di vendita online già esistenti come Amazon, eBay ed Etsy che consentono di caricare i propri prodotti e li rendono disponibili nelle ricerche alle migliaia di utenti che ogni giorno visitano quei siti.

e-commerce

I primi passi per vendere online: come fare?

Vendere online prevede di seguire alcuni passaggi per creare e gestire al meglio un e-commerce. Come fare ad aprire un e-commerce e avere successo? Tutte le risposte alle domande sulla vendita online partono dal presupposto che l’obiettivo finale è sempre e solo uno: mettere il cliente al centro di tutto e puntare alla sua soddisfazione. 

 

Consolidare la Brand Awareness di un’attività nel proprio ambito di riferimento, permette di distinguersi dai competitor e soprattutto di raggiungere in tempi rapidi il target individuato. È infatti molto utile analizzare i dati degli utenti, acquisendo informazioni sul loro conto e se necessario aggiustare la mira in base ai propri obiettivi.

 

Promuovere la propria attività online richiede tempo ed energie: non si può pensare che da un giorno all’altro si avrà una crescita improvvisa (cosa che può anche succedere), ma si tratta piuttosto di un impegno da portare avanti con costanza giorno dopo giorno. Solo così si otterranno dei benefici a lungo termine, come dimostrano tanti casi di successo, vedi Evelyne Aymon per esempio.

Gli strumenti necessari per un e-commerce di successo

Per poter creare un e-commerce di successo serve possedere una serie di strumenti. Quanti e quali sono? Tra i 5 strumenti che devi avere per vendere sul web troviamo:

 

  1. una piattaforma e-commerce user-friendly per permettere agli utenti di navigare agevolmente sul sito e di acquistare con facilità i prodotti di maggiore interesse.
  2. Contenuti di qualità da inserire sul sito per arricchirlo e dare un valore aggiunto all’utente che può approfondire determinate tematiche e argomenti di suo interesse. 
  3. Presenza sui Social Network per coltivare le relazioni con i clienti e attirarne di nuovi.
  4. Analisi e monitoraggio dei dati per aggiustare il tiro se necessario. 
  5. Web Marketing per aumentare le vendite grazie a una serie di attività strategiche sui canali digitali.

 

Grazie a questi strumenti potrai realizzare un sito web di successo, obiettivo principale di qualsiasi business e punto d’arrivo fondamentale.

La guida pratica per lanciare il tuo Shop Online

 

WHITE PAPER

I consigli per portare nuovi clienti sul tuo negozio online

Portare nuovi clienti sul tuo negozio online sembra semplice ma in realtà è un’attività piuttosto complessa. Esistono diversi modi per attirare sempre più clienti sul proprio sito online. Quali sono? Ecco i principali:

 

· Migliorare il posizionamento sui motori di ricerca tramite la Search Engine Optimization (SEO) è fondamentale per aumentare la visibilità del proprio negozio online.

 

· Investire sulla Display Advertising serve per essere inseriti in spazi di siti web dove il negozio online potrebbe essere più visibile e quindi attirare maggiori clienti.

 

· Svolgere attività di E-mail marketing permette di inviare informazioni promozionali ai clienti.

 

· Mettere in atto campagne di Social Media Marketing porta a raccogliere nuovi contatti e a gestire la community online. Il Customer Care di un e-commerce è, infatti, molto importante e va svolto nel modo giusto.

 

· Migliorare la UX/UI aiuta il sito a posizionarsi meglio su Google e aumenta il grado di soddisfazione dei clienti.

 

· Sfruttare le nuove tecnologie disponibili, come nel caso della realtà aumentata per le vendite online, può aprire scenari inediti.

guida e-commerce

Chi è l’e-commerce manager e di cosa si occupa

L’e-commerce manager, come dice la parola stessa, altro non è che la figura professionale addetta alla pianificazione ed esecuzione delle strategie di vendita online. Per svolgere tutte le attività di cui abbiamo appena parlato, può essere necessario affidarsi a un professionista che si occupi, nello specifico delle seguenti attività: 

 

  1. Creazione e aggiornamento del sito e-commerce.
  2. Grafica, navigazione e usabilità delle pagine e delle funzioni operative ai fini della customer experience online.
  3. Controllo del rispetto delle norme sulla privacy e della sicurezza dei metodi di pagamento utilizzati.
  4. Interazione con la community e assistenza post vendita.
  5. Cura della logistica e del sistema di consegna.

 

 

Aprire e gestire un e-commerce, in definitiva, è oggi alla portata di tutti: serve sicuramente un minimo di preparazione e delle risorse di partenza, ma si tratta di una scelta strategica che può portare le imprese di piccole e medie dimensioni a ottenere risultati prima impensabili.