Gruppo TIM
 
Gruppo TIM
 
Fisso

PREMIUM FIBRA BUSINESS
La Fibra ftth1000 di TIM stabile e sicura,
con le migliori soluzioni digitali. Scopri di più

TIM Premium Fibra Business

Mobile

TIM DELUXE PLUS
Sicurezza e affidabilità per le linee mobili
della tua azienda. Scopri di più

TIM Deluxe Plus

Prodotti

IPHONE 14 PRO
Acquista uno dei nuovi iPhone a partire da 29€ al mese, con pagamento a rate e protezione Kasko inclusa. Scopri di più

iPhone 14 Pro

PNRR reti idriche: un’opportunità per far fronte all’urgenza climatica e tutelare le risorse

PNRR reti idriche: un’opportunità per far fronte all’urgenza climatica e tutelare le risorse

Cosa prevede il PNRR per le reti idriche? Ammonta a 900 milioni di euro la cifra stanziata da Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile (MIMS) per la riduzione delle perdite nelle reti di distribuzione dell'acqua, la digitalizzazione e il monitoraggio integrato delle reti idriche.

pnrr-reti-idriche
03.08.2022
time Tempo di lettura 6 minuti

La grave siccità di queste settimane ha riportato al centro del dibattito il tema della gestione della risorsa idrica in Italia e lo stato dei sistemi di approvvigionamento, storicamente carenti, che ogni anno causano ingenti perdite d’acqua.

 

Per cercare di risolvere questo annoso problema il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), nella Missione 2 “Rivoluzione verde e transizione ecologica” Componente 4, prevede una serie di interventi per la “Tutela del territorio e della risorsa idrica” mettendo complessivamente a disposizione oltre 4,3 miliardi di euro da investire nei vari ambiti del settore idrico

Gli investimenti nelle infrastrutture idriche del PNRR

Tra gli investimenti previsti dal PNRR per il rinnovamento delle infrastrutture idriche troviamo, in particolare, 900 milioni di euro previsti per la realizzazione di interventi sulle reti di distribuzione dell'acqua, destinata ad usi civili. L’obiettivo è cercare di risolvere il problema delle perdite delle reti idriche che registrano ammontano al 40% medio annuo. 

 

La misura prevede la realizzazione, soprattutto nel Mezzogiorno, di nuove infrastrutture di rete con almeno 9.000 km di rete idrica entro il 2024, con una prima tranche di 630 milioni di investimenti assegnati a 17 enti regionali e ulteriori 16.000 km di rete idrica entro marzo 2026, con una ulteriore tranche di 270 milioni assegnati entro ottobre 2022. Non solo, è prevista anche l’introduzione di sistemi di monitoraggio e controllo digitale dei nodi principali e dei punti più sensibili della rete, per monitorare e controllare la riduzione delle perdite, gli sprechi e le inefficienze. 

I benefici della digitalizzazione del settore idrico

Una rete idrica resiliente e sostenibile passa attraverso l’integrazione delle tecnologie digitali con le modalità operative applicate alle reti di distribuzione e agli impianti che ne consente di accrescere la conoscenza stessa delle infrastrutture, migliorarne la gestione creando efficienza operativa. La “digitalizzazione dell’acqua” fornisce una visione di dettaglio dal basso sullo stato di condotte, strutture e utenze, ma anche una visione complessiva dall’alto dell’intero sistema acquedottistico.

 

L’obiettivo del Governo è creare un "network intelligente" di reti per l'acqua potabile tramite gli “smart water meter” o contatori intelligenti in grado di assicurare:

 

·         sistemi di controllo di portate,

·         pressioni di esercizio,

·         parametri di qualità dell'acqua riducendo i volumi andati persi,

·         sollecitazioni minori,

·         riduzione del verificarsi di nuove rotture.

 

In tal modo si potrebbe raggiungere una gestione ottimale delle risorse migliorando al contempo la qualità del servizio erogato ai cittadini.

 

Poiché anche la velocità con cui le perdite vengono individuate e riparate è un elemento molto importante - il volume di acqua disperso dipende dal tempo che intercorre tra la nascita e la riparazione della perdita - utilissimo è l’impiego delle tecnologie digitali, tra cui quelle basate sull’intelligenza artificiale, per offrire ai gestori pubblici e privati del servizio idrico la grande opportunità di localizzare tempestivamente le perdite idriche e pianificare interventi di ottimizzazione ed efficientamento delle reti.

Le soluzioni di TIM per le reti idriche

Sono quattro le soluzioni appositamente sviluppate da TIM per soddisfare la maggior parte delle esigenze dei vari stakeholder che operano nel settore idrico. Vediamole nel dettaglio.  

 

     I.        Utility Management: è una suite di soluzioni dedicate ai gestori pubblici e privati del servizio idrico ad uso civile che si compone di due moduli che si adattano alla maggior parte delle esigenze dei clienti e ai quali si accede da una console centrale, disponibile in cloud, dalla quale è possibile monitorare lo stato dei vari parametri generati e trasmessi dai meter di campo o dagli oggetti realizzati nell’ambito di specifiche progettualità.

 

a.    Modulo Smart Metering è quella componente della Suite di Utility Management che si colloca sugli anelli finali della distribuzione industriale e domestica. Abilita il controllo delle reti idriche attraverso la telelettura dei consumi, la misurazione dei volumi e delle perdite, fornisce informazioni di alerting, predizione consumi e molto altro. Si applica ad utenze civili e industriali tramite meter integrati, e/o addon (transponder), connessi in modo remoto e/o applicabili a meter preesistenti. La soluzione permette di integrare eventuali soluzioni tecnologiche preesistenti in casa Cliente indipendentemente dalla tecnologia di trasmissione nativamente utilizzata sulla rete del Cliente.  La soluzione consiste di una componente Hardware (i meter) di una Software (la piattaforma di raccolta dati on premise e in cloud) nonché della possibilità di fruire di servizi professionali a supporto della progettualità.

 

b.    Modulo Pressure & Leak Management è quella componente della Suite di Utility Management che risponde maggiormente alle esigenze delle Operations dei gestori del servizio pubblico e privato ed abilita la gestione del Ciclo Idrico Integrato, dalla raccolta, alla distribuzione, al trattamento, fino all’eventuale riutilizzo delle acque idropotabili, industriali ed irrigue. La soluzione indirizza, de facto, il paradigma dello Smart Water Grid grazie al know-how e alle competenze multidisciplinari acquisite dal Gruppo TIM.  L’offerta prevede l’analisi delle esigenze del cliente, la progettazione, la fornitura hardware e software, la posa in opera, la messa in servizio e l’assistenza post-vendita della o delle soluzioni implementate sulle reti del ciclo integrato dei Clienti.

 

    II.        TIM Smart Product: offerta di Minigateway, ovvero di dispositivi a basso consumo energetico dotati di connettività Nb IoT embedded, equipaggiati di sensoristica adeguata allo specifico use case per la raccolta dei dati di misura sia di tipo informativo (telemonitoring) che di tipo attuativo (controllo/automazione) con relativa esposizione degli stessi su piattaforma di raccolta dati in cloud.

 

  III.        TIM Easy Drone: in ambienti 5G IoT dedicata Monitoraggio dell’instabilità idrogeologica e supporto alle emergenze, fornisce droni a pilotaggio remoto per riprese aeree di elevata precisione, effettuate da piloti certificati ENAC con strumentazione di bordo altamente sosfisticata quali fortocamera ad alta risoluzione e camera multispettrale e laser scanner  particolarmente indicata in applicazioni di tutela del territorio e della risorsa idrica, e disponibilità del materiale multimediale prodotto e post elaborato su piattaforma Cloud accessibile da  un portale web per la visualizzazione ed il download da parte del Cliente.

 

  IV.        TIM BEMS: ecosistema completo per il controllo, monitoraggio e attuazione di strutture complesse (es. acquedotti) rivolta a soggetti pubblici e privati che abbiano la necessità di governare in maniera puntuale le proprie infrastrutture. Tramite un sinottico personalizzabile la soluzione consente di tenere sotto controllo lo stato di salute delle proprie infrastrutture, su base storica e in real-time. È possibile quindi impostare progettare la struttura di controllo secondo le proprie esigenze, prevedere soglie e allarmi personalizzati e intervenire direttamente sul mondo fisico; questa configurazione permette una notevole ottimizzazione dei cicli manutentivi predittivi e strategici, portando quindi a un risparmio economico. 

Altre soluzioni per la digitalizzazione del settore idrico 

In affiancamento, alle soluzioni prettamente di monitoraggio e gestione intelligente delle reti idriche nonché delle relative strutture, completano la proposizione dedicata al settore dell’acqua le seguenti soluzioni:

 

 le offerte TIM Cyber Industria Nozomi e TIM Cyber Industria Darktrace. Soluzioni dedicate alla protezione Cybersecurity nella Operation Tecnology e Industrial IoT dei dati e informazioni dei sistemi di controllo industriale. Nel contesto idrico si fa riferimento alla protezione dell’inventario di tutti gli asset del sistema e nel mantenimento del suo aggiornamento, degli apparati (PLC, HMI, etc..) e altri dispositivi a rischio di intrusione alla sicurezza dati in essi contenuti e alla prevenzione in generale da accessi non autorizzati alla rete idrica.

 

le Soluzioni & Servizi MultiCloud presso i Data Center TIM Noovle altamente efficienti e sostenibili complete di servizi professionali di progettazione, formazione e sviluppo prodotti SaaS per  pianificare, guidare e gestire il processo di innovazione e cambiamento delle imprese e offerta di servizi di gestione delle Infrastructure e Platform in modalità as a Service, non solo in Cloud pubblico e privato, ma anche hybrid cloud e multicloud per permettere alle organizzazioni di sfruttare al meglio la tecnologia e farla diventare una leva per lo sviluppo aziendale senza perdere di vista il focus sul proprio core business.

 

 

Per approfondire le offerte TIM dedicate al settore idrico che possono beneficiare delle agevolazioni dei bandi dedicati alle riduzione delle perdite idriche, ti invitiamo a consultare le pagine dedicate a TIM Smart Product e TIM Easy Drone.

 

Scopri quali di queste soluzioni TIM abilitano la digitalizzazione dei servizi idrici,

contattaci per maggiori informazioni.

Pensati per te