Prodotti

iPhone 13 Pro Super. Ultra. Pro.
Acquista uno dei modelli della gamma iPhone 13 a partire da 25€/mese senza anticipo.

iPhone 13 Pro Super. Ultra. Pro.

Strumenti di didattica digitale di Google: come usarli al meglio

Strumenti di didattica digitale di Google: come usarli al meglio

Conosci gli strumenti per didattica digitale messi a disposizione da Google? Ecco quali sono e come poterli utilizzare nel modo più efficace.

21_strumenti-di-didattica-digitale-di-google-come-usarli-al-meglio
30.11.2021
time Tempo di lettura 4 minuti

Gli strumenti di didattica digitale, pensati e messi a disposizione da Google nella sua Workspace for Education, sono programmi in cloud molto semplici da usare, intuitivi per docenti e studenti, in grado di trasformare letteralmente il modo di fare lezione.

 

Con i moderni strumenti di didattica digitale di Google, infatti, si possono progettare e realizzare lezioni coinvolgenti e interattive, che vanno nella direzione della flipped classroom, ovvero di un modello di didattica particolarmente attuale e sempre più auspicabile come riferimento per il futuro, come sostiene fermamente il Professor Piercesare Rivoltella, direttore del Cremit dell’Università Cattolica di Milano, che l’ha elaborato.

Google Presentazioni: tra gli strumenti per la didattica digitale che promuovono la responsabilità

Uno dei mezzi che meglio permette l’inclusione, la collaborazione fra studenti e la creazione di contenuti originali è l’applicazione Google Presentazioni, attraverso la quale innanzitutto i docenti possono realizzare la struttura di una presentazione da condividere con i ragazzi, affidando così a loro il compito di procedere insieme nell’elaborazione delle slides assegnate.

 

A ciascun alunno potrebbe essere affidato un soggetto differente, da comunicare attraverso concetti, testi brevi, icone e immagini.

 

Riunendo e legando i contributi di tutti gli studenti, si otterrà un documento di sintesi, utile per affrontare e approfondire i diversi aspetti di un unico argomento.

 

I vantaggi che derivano dall’utilizzo di Google Presentazioni sono immediati: la sua applicabilità è estesa a tutte le materie di studio e, rispetto a ciascuna, promuove la capacità di reperire autonomamente informazioni, di analizzarle e di sintetizzarle, collaborando con il gruppo di lavoro per la buona riuscita del progetto.

Formazione 4.0 nell'era della DAD

Come si devono attrezzare scuole e università per essere competitive

 

WHITE PAPER

Uno strumento di didattica digitale per insegnare la geo-storia: Google Maps

La nuova didattica digitale riforma letteralmente le modalità di insegnamento, permettendo di avanzare proposte ritenute inimmaginabili fino a poco tempo fa. Tra queste c’è certamente la possibilità che siano gli studenti a elaborare e creare contenuti, utilizzando in modo corretto e consapevole gli strumenti informatici a loro disposizione.

 

Ad esempio, un’applicazione sorprendente è quella che consente di mettere a punto mappe interattive, interamente “navigabili”, accattivanti dal punto di vista dell’estetica e dell’usabilità, dal momento che si possono cliccare, zoomare e che i loro elementi possono essere spostati all’interno dell’area di lavoro.

 

Lo strumento che permette di mettere in atto questo progetto tanto innovativo ed istruttivo per i ragazzi, che sono messi alla prova rispetto all’utilizzo di mezzi di lavoro allo stesso tempo seri e stimolanti, non è un costosissimo software, ma l’app Google Maps, inclusa nel pacchetto Google Workspace for Education, con la quale è possibile fissare punti, evidenziare aree e tracciare percorsi.

 

Grazie all’applicazione di Google For Education, allora, si può mettere alla prova l’abilità degli studenti proponendo loro di rappresentare le rotte delle più importanti e significative imprese storiche, da quelle disegnate da Annibale, agli itinerari di conquista di Napoleone Bonaparte, per finire con le mappe dell’espansione coloniale ad opera dei Paesi Europei.

 

Infine, il lavoro multidisciplinare, che racchiude principalmente materie come la storia e la geografia, ma che tocca anche la matematica e le scienze come ambiti di applicazione, può essere condiviso online, con il pubblico di internet, ed avere, dunque, quella visibilità mediatica che, se da una parte tanto è utile per il progresso del sapere, dall’altra tanto stimola e affascina gli studenti, specialmente quelli più grandi.

Formazione 4.0 nell'era della DAD

Come si devono attrezzare scuole e università per essere competitive

 

WHITE PAPER

Google Moduli: lo strumento di didattica digitale per la verifica degli apprendimenti

Gli strumenti di didattica digitale di Google Workspace for Education non sono solo accattivanti e coinvolgenti per gli studenti, ma rappresentano un forte stimolo ad innovare anche per gli insegnanti.

 

Offre l’opportunità di riformare i tradizionali metodi di verifica la funzione Google Moduli, che oltre a essere un utile applicativo per realizzare sondaggi, porre domande, ricevere dati e riscontri, permette di creare test, ovvero occasioni di verifica degli apprendimenti, online.

 

Per attivare questa funzionalità, è sufficiente, per i docenti, scegliere il comando “trasforma in quiz” e aspettarsi di ottenere un documento con caratteristiche particolarmente vantaggiose: il riordino casuale delle domande, che non induce lo studente a copiare dal pc del vicino; la possibilità, per l’insegnante, di inserire alcuni suggerimenti e di aiutare così eventuali alunni in difficoltà; l’attribuzione di valori diversi alle domande, in modo che quelle più complesse incidano di più sul risultato finale; l’autocorrezione istantanea dell’esame, con la raccolta dei dati, per avere evidenza di quali argomenti sono stati meglio appresi e assimilati.

 

Se la convenienza per i docenti di utilizzare uno strumento come Google Moduli è evidente e data da un notevole risparmio di tempo per la correzione delle verifiche, i benefici per gli alunni, in termini soprattutto di approccio al momento della prova, non sono inferiori: la modalità del quiz online risulterà, infatti, “diversa”, attraente, coinvolgente e stimolerà, allo stesso tempo, la loro memoria e velocità di decisione.

 

Questa ulteriore funzionalità degli strumenti di didattica digitale di Google torna a farci apprezzare il sostegno che la suite Workspace for Education sta offrendo a insegnanti e alunni nel delicato passaggio all'educazione online, per aiutarli a migliorare sempre più le loro capacità di insegnamento e apprendimento.

Ti potrebbe anche interessare