Prodotti

iPhone 13 Pro Super. Ultra. Pro.
Acquista uno dei modelli della gamma iPhone 13 a partire da 25€/mese senza anticipo.

iPhone 13 Pro Super. Ultra. Pro.

Le tecnologie abilitanti per l’industria 4.0

Le tecnologie abilitanti per l’industria 4.0: il meccano tessile e tessile

L’intero settore è alle prese con la sfida digitale in un mercato in continuo e grande fermento

21_le-tecnologie-abilitanti-per-l-industria-4-0-il-meccano-tessile
09.07.2021
time Tempo di lettura 3 minuti

Lo scenario

Sottoposto a pressioni di mercato sempre più forti, aggravate dall’emergenza pandemica, il settore meccano-tessile italiano è rappresentato in Italia da Acimit, l’Associazione Costruttori Italiani di Macchinario per l'Industria Tessile (www.acimit.it). Coinvolge circa 300 aziende, per un totale di 12 mila addetti, ed un giro d’affari annuo attorno ai 2,7miliardi di euro, di cui l’80% circa è orientato all’Export, innanzitutto verso l’Asia, Turchia e India, con mercati importanti anche nell’Unione Europea e negli Stati Uniti.

 

L’Italia è il terzo Paese al mondo nella produzione di macchinari per l’industria tessile, dopo Germania, Giappone e Cina. Per i costruttori italiani rappresenta il primo mercato: la sua quota rappresenta il 16% del totale esportato.

21_le-tecnologie-abilitanti-per-l-industria-4-0-il-meccano-tessile_1
fonte: Acimit, 2021

La sfida, in termini di resilienza e di crescita, è oggi tutta nella trasformazione digitale e nell’adozione delle tecnologie proprie dell’Industria 4.0.

IoT e Smart Factory 

Aumenta la produttività con l'IoT nella Smart Factory 

 

WHITE PAPER

L’industria 4.0 per il settore meccano tessile

Per trasformazione digitale intendiamo la rivisitazione dell’intero processo produttivo di una azienda attraverso una semplificazione dei processi stessi e un risparmio economico senza eguali. In particolare, stiamo parlando di internet of things per connettere l’intero ecosistema aziendale e i suoi prodotti, di algoritmi di machine learning applicati ai processi produttivi, di gestione operativa smart, di manutenzione predittiva e analisi dei dati di mercato, di stampa digitale per rendere la produzione più efficiente ed economica, e naturalmente di cloud per la gestione integrata di tutti i reparti, la razionalizzazione dei flussi informativi e la condivisione delle informazioni all’interno dell’azienda, in tutta sicurezza.  

 

Inoltre, nell’ambito particolare della filiera meccano tessile, il ricorso alla blockchain può rappresentare una vera e propria svolta non solo per semplificare e monitorare meglio pagamenti e operazioni, ma soprattutto per garantire quella tracciabilità che è sinonimo di affidabilità e qualità, evitando ogni rischio di contraffazione.

 

L’insieme di tutte le tecnologie dell’industria 4.0 collabora per portare l’industria tessile a rispondere in modo più efficace e personalizzato alle richieste del mercato, con un consumo inferiore di risorse.

IoT e Smart Factory 

Aumenta la produttività con l'IoT nella Smart Factory 

 

WHITE PAPER

Il tessile italiano, all’avanguardia e sostenibile

Tra le nuove tendenze troviamo infatti sempre più lo sviluppo sostenibile, che si declina anche nel prediligere materiali e tecniche naturali, invece che chimiche.

 

Pensiamo, ad esempio, alle nuove procedure di finissaggio, per il quale si possono utilizzare enzimi naturali, al posto dei reagenti chimici; oppure ai nuovi brand che esplorano le potenzialità offerte dai materiali naturali, per la realizzazione di tessuti che siano sempre più compatibili con una vita all'insegna della sostenibilità.

 

Non solo processo e produzione: la digitalizzazione nell’industria tessile impatta ormai tutta la supply chain, dalla logistica alla vendita al dettaglio, dal marketing al design dei prodotti.

 

Negli ultimi anni, per esempio, abbiamo infatti visto la nascita di capi dotati di pannelli solari, capaci di ricaricare un cellulare durante una corsa nel parco, di tessuti traspiranti di nuova generazione, studiati per essere sempre più “adattivi” alle condizioni dell’individuo che li indossa, e di tessuti “connessi” che monitorano i parametri vitali.

 

Inoltre, assistiamo alla crescente implementazione di magazzini automatici e robot nei grandi centri di distribuzione ed allo sviluppo di sofisticati strumenti software (dai prototipi 3D ai database interconnessi in cloud), ideati ad esempio come supporto per stilisti, disegnatori, modellisti.

 

Si parla anche di macchine cucitrici automatiche per la produzione on-demand, di esperienze di vendita al dettaglio coadiuvate dalla realtà aumentata, oppure ancora di attività di marketing automatizzate attraverso l’uso di algoritmi che elaboreranno informazioni ricavate dai Big Data.

 

Tutta la filiera meccanotessile e tessile sta dunque vivendo un momento di grande cambiamento. Per rispondere alla crescente competizione globale, sono più che mai necessari investimenti importanti per la ricerca e lo sviluppo di nuove soluzioni digitali e sostenibili.

 

E solo riuscendo a coniugare la tradizione, che ha fatto del settore tessile italiano un vero vanto del Made in Italy, con l’innovazione ed il futuro digitale, e con l’utilizzo quindi di strumenti sempre più avanzati e sempre più green, il settore tessile sostenibile potrà affrontare le nuove sfide.

Ti potrebbe anche interessare