Prodotti

iPhone 13 Pro Super. Ultra. Pro.
Acquista uno dei modelli della gamma iPhone 13 a partire da 25€/mese senza anticipo.

iPhone 13 Pro Super. Ultra. Pro.

Come impostare una campagna di Social Media Marketing

Come impostare una campagna di Social Media Marketing

Per impostare correttamente una campagna di social media marketing occorre seguire un serie di passaggi: vediamo quali sono.

Come impostare una campagna di Social Media Marketing
24.01.2022
time Tempo di lettura 4 minuti

Le campagne di Social Media Marketing sono una parte fondamentale del Digital Marketing e, come indica la definizione, sono focalizzate sui Social: Facebook, Instagram, LinkedIn, Pinterest e Tik Tok, solo per citare i più importanti.

 

Possono esserci delle sinergie con altre campagne web che coinvolgono siti, blog, testate online, o addirittura con campagne off-line sui media tradizionali, come stampa, tv, cartellonistica.

 

Gli obiettivi possono essere simili, quello che cambia sono gli strumenti che i Social mettono a disposizione. In particolare, il punto di forza dei Social è la grande quantità di informazioni sulle preferenze dei follower. Questo consente di creare contenuti mirati e in linea con gli interessi del target di riferimento.

 

Non solo, grazie agli Insights forniti dai Social possiamo definire con precisione il target, comprenderne le abitudini digitali e stabilire la pianificazione dei contenuti.

Impostare una campagna di Social Media Marketing in modo efficace

Come impostare una campagna di Social Media Marketing nel modo giusto? Vediamo i passaggi più importanti che servono a garantire l'efficacia della nostra campagna sui social.

1. Il primo passaggio di una campagna di Social Media Marketing: definire gli obiettivi

Nel paragrafo precedente abbiamo accennato agli obiettivi: averli ben chiari è il pilastro di una campagna Social.

Vogliamo dare più visibilità alla nostra azienda? Aumentare le vendite di un prodotto specifico o di un servizio? Creare più traffico verso il nostro sito? Sono tutte opzioni possibili, l’importante è definire quella o quelle che fanno per noi. 

2. Il secondo passaggio di una campagna di Social Media Marketing: scegliere quali social attivare

Si tratta di scegliere i social giusti, tenendo conto delle caratteristiche specifiche di ciascun canale. Infatti, ogni Social Network ha target diversi e si distingue per le tipologie di contenuti che hanno più successo.

 

Vogliamo fare una campagna B2B (business to business)? LinkedIn è l’ambiente giusto per noi. Abbiamo un pubblico giovane e prodotti che hanno una buona resa fotografica? In tal caso è meglio orientarsi su Instagram o Pinterest.

 

Naturalmente è possibile essere presenti su più social, non dimenticando di differenziare bene i contenuti e il tone of voice, vale a dire lo stile. 

3. Il terzo passaggio di una campagna di Social Media Marketing: creare i contenuti

Ultimo punto, ma non ultimo per importanza, è creare contenuti di valore, che rientrino realmente tra gli interessi dei potenziali clienti. Inoltre, non bisogna dimenticare mai che non possiamo parlare esclusivamente di noi stessi, ma dobbiamo intercettare i bisogni del pubblico.

 

Più i nostri contenuti saranno in grado di risolvere un problema di chi legge e di dare un’informazione utile, più saranno letti e condivisi. La possibilità di condividere è un altro grande punto di forza dei Social: un cliente soddisfatto condivide e commenta ciò che gli è piaciuto, aumentando la nostra visibilità e diventando il miglior ambasciatore del nostro brand.

Come gestire una campagna di Social Media Marketing

Una volta creata una campagna di Social Media Marketing, c’è anche da capire come gestirla. Affinché la nostra campagna produca gli effetti sperati, è bene prestare attenzione a tre elementi.

1. Monitorare il target di una campagna Social

I social ci offrono una serie di strumenti utili a capire quanto i post o le stories vengono visualizzati, quante reaction, commenti e condivisioni generano e quanti nuovi follower ci fanno acquisire. Analizzando questi dati possiamo aggiustare facilmente il tiro e creare contenuti sempre più coinvolgenti. 

 

Chi ha bisogno di un supporto nella gestione delle attività sui social, può provare le soluzioni offerte da TIM Business che si rivelano molto utili  per migliorare la presenza dei brand su questi canali.

2. Interagire con gli utenti interessati ai post di una campagna di Social Media Marketing

Dobbiamo rispondere a ogni commento con sollecitudine, per trasmettere non solo il valore del nostro prodotto, ma la cura e l’attenzione che dedichiamo ai nostri clienti. Si parla, in gergo tecnico, di Community Management che è un elemento chiave per il successo di una campagna di social media marketing.

 

Inoltre, anche se una campagna social si svolge in un arco di tempo limitato, per non perdere i risultati raggiunti bisogna continuare a far vivere le nostre pagine e non abbandonare i follower che ci seguono.

3. Gestire le risorse da destinare a una campagna di Social Media Marketing

I Social consentono di pubblicare contenuti in modo gratuito oppure di creare delle sponsorizzazioni. Il costo di queste sponsorizzazioni è molto inferiore rispetto ai media tradizionali e, come abbiamo detto precedentemente, si possono valutare gli effetti in tempo reale grazie ai dati.

 

Si può selezionare in modo molto preciso il target a cui indirizzare i contenuti sponsorizzati e fare delle modifiche in corso per ottimizzare l’investimento.

campagna di social media marketing

Un esempio di campagna di Social Media Marketing

Per comprendere bene il processo è utile fare un esempio concreto. Una piccola impresa ha lanciato una nuova linea di dermocosmetici bio che ha prezzi contenuti ed è destinata a donne giovani. Non ha dei punti vendita esclusivi, ma i suoi prodotti sono in distribuzione nelle parafarmacie e nei piccoli supermercati con una vocazione al naturale di Emilia Romagna, Toscana e Marche.

 

Visto il target giovane e la natura del prodotto che si presta bene alla creazione di immagini, il social giusto potrebbe essere Instagram. Inoltre, se si decide di fare delle sponsorizzazioni, è possibile indirizzarle esclusivamente alle donne under trenta che vivono nelle regioni indicate e che manifestano interesse per il biologico.

 

Infine, per dare maggiore visibilità a una nuova linea, si possono contattare delle micro-influencer legate al territorio. Se rispondono positivamente, il passaggio successivo sarà inviare loro i prodotti e invitarle a fare delle recensioni. Con micro-influencer si intendono quelle personalità emergenti del web che hanno un numero di follower magari limitato, ma affezionato e specifico, e che sono avvicinabili con un budget contenuto.

Per concludere questa panoramica, un ultimo consiglio: per essere veramente efficaci, la cosa più importante è conoscere bene la propria realtà e trovare la campagna di Social Media Marketing che risponde meglio alle nostre caratteristiche.

Gli strumenti che devi avere per promuovere la tua impresa

 

CHECKLIST

Ti potrebbe anche interessare