Prodotti

iPhone 13 Pro Super. Ultra. Pro.
Acquista uno dei modelli della gamma iPhone 13 a partire da 25€/mese senza anticipo.

iPhone 13 Pro Super. Ultra. Pro.

Social Network: come sfruttarli per la tua attività

Social Network: come sfruttarli per la tua attività

I Social Network sono degli spazi virtuali nati per lo svago, ma nel giro di pochi anni sono diventati fondamentali per la comunicazione aziendale. 

20_canali-social-come-orientarsiV1
26.11.2021
time Tempo di lettura 7 minuti

I Social Network sono importanti per un’azienda perché qui ci sono tutti: clienti, partner, competitor. Si tratta quindi di un’opportunità che le aziende non possono lasciarsi sfuggire. Non essere presenti sui Social Media più usati preclude tantissime opportunità: lead nurturing, fidelizzazione dei clienti, brand awareness, reputazione e anche conversione. Per riuscire a utilizzare le diverse piattaforme social nella maniera corretta bisogna prestare attenzione a una serie di aspetti.

Quale Social Network scegliere 

I Social Network sono numerosi e ormai vengono presidiati dalla maggior parte delle aziende. Per poterli sfruttare al meglio si deve costruire una strategia che tenga conto di una serie di elementi. Essere presenti su tutte le piattaforme Social non sarebbe solo impegnativo, ma anche inutile. Ogni Social, infatti, ha caratteristiche ben precise e tutto sta nello scoprire qual è quello che si adatta meglio alle proprie esigenze.

 

Come scegliere un social? Di solito conviene per prima cosa osservare cosa fanno gli altri e quali sono le tendenze del momento. Il web offre infatti l’opportunità di analizzare come si muovono i competitor, dove si parla maggiormente dei prodotti e cosa interessa di più ai clienti.

 

Parliamo nello specifico di Social Listening, letteralmente “ascolto dei social”, che può rivelarsi più efficace di quanto si pensai Si può iniziare con una ricerca molto semplice: si guardano i siti dei rivali per capire quali canali hanno scelto. Per svolgere un’analisi più accurata, si può fare un investimento e appoggiarsi a uno dei numerosi tool online disponibili sul mercato che si occupano di sentiment analysis, competitor analysis, traffic analytics e keywords analytics.

 

Questi tool sono in grado di raccontarci dove, come, quando e quanto si parla del soggetto della nostra ricerca. Consentono di individuare chi ha un’attività simile alla propria, che volumi di conversazioni genera e se le reazioni di chi commenta sono positive o negative. Potremmo sintetizzare tutto ciò con una parola: sentiment. Naturalmente, se la nostra comunicazione è efficace, sui social si parlerà anche di noi e si potranno utilizzare gli stessi strumenti per capire che risultati stiamo ottenendo.

Cosa pubblicare sui Social Network

Quando arriva il momento di capire cosa pubblicare sui Social Network, anche qui è il caso di iniziare dallo studio dei comportamenti e delle preferenze degli utenti e delle altre realtà del nostro settore. Se capiamo cosa apprezzano, sarà molto più facile proporre loro un contenuto che li attiri.

 

Le pagine di maggior successo sui Social Media non trattano solo di prodotti o servizi, ma allargano lo sguardo, affrontando argomenti coerenti con il proprio business. È quello che nel mondo della comunicazione si definisce Content marketing e ha dei riflessi anche sui Social Network. Per esempio, gli articoli pubblicati sul magazine aziendale o gli eventi sul sito possono essere condivisi sui social per amplificare il messaggio e raggiungere un pubblico più ampio.

 

Per chiarire meglio il concetto, prendiamo il caso di una ditta che produce mobili ecosostenibili. Sulle proprie pagine potrebbe pubblicare contenuti che approfondiscono tematiche come il rispetto dell’ambiente, il boom del biologico, i metodi di lavorazione dei diversi materiali, etc. Gli argomenti possono spaziare anche oltre l’ambito di azione dell’azienda evitando però di discostarsene troppo e andare fuori tema.

 

Si tratta di intercettare i bisogni, grandi o piccoli, dei nostri target e proporre loro articoli, video, infografiche che li soddisfino. Oltre alla creazione di contenuti originali, è molto importante la content curation, ossia selezionare e condividere le notizie più aggiornate relative a un dato argomento attingendo da fonti autorevoli e conosciute.

I contenuti di successo sui Social Network

A questo punto, vale la pena chiedersi quali sono i contenuti di successo sui Social Network. Innanzitutto, quando si parla di contenuti, non si fa riferimento solo a quelli testuali, ma anche a immagini e video. Anzi, la componente visual di un post è quella che maggiormente attira l’attenzione e va curata nei minimi dettagli. Il copy, la parte scritta, è tendenzialmente breve e di solito contiene una call to action che invita i lettori a compiere una determinata azione: cliccare un link, approfondire l’argomento o acquistare un prodotto. Se l’immagine contiene delle informazioni scritte, attenzione a non ripeterle nella parte testuale del post: risulterebbe ridondante e noioso.

 

Trovare sempre dei topic interessanti è indubbiamente impegnativo, ma ci viene in aiuto la pianificazione. Bisogna stilare un piano editoriale, in cui calendarizzare mese per mese gli argomenti da trattare. È importante identificare l’orario in cui il nostro pubblico è più attento e la giusta frequenza di pubblicazione. Come fare? Basta studiare con attenzione gli Insights della pagina che sono di semplice lettura e propongono dati aggregati in base a parametri rilevanti per il proprio business. 

social-network-aziende

Come emergere sui Social Network

Oggi, purtroppo, farsi notare sui Social Network è diventato sempre più difficile a causa della presenza di moltissime realtà aziendali e del calo della soglia di attenzione dell’utente medio. A ciò si aggiungono le continue modifiche all’algoritmo che seleziona quali contenuti mostrare agli utenti in base ai propri interessi.

 

La soluzione? Non ci si può più limitare a pubblicare dei buoni contenuti: bisogna creare delle inserzioni a pagamento. Grazie alle sponsorizzazioni la nostra pagina, un post specifico o un evento saranno visibili per un determinato periodo anche a chi non ci segue. Il pubblico di riferimento si può scegliere in base a una serie di parametri: geolocalizzazione, età, genere, interessi, etc. Tramite dei percorsi guidati, possiamo selezionare il target a cui mostrare il contenuto che ci interessa e definire l’investimento.

 

Anche con le sponsorizzazioni si possono monitorare i risultati sulle prestazioni della pagina: gli Insights danno informazioni sulle prestazioni della pagina, sui dati demografici dei follower e sulle reazioni generate dai post.

Quali sono i principali Social Network

I social network sono ormai tantissimi e si deve evitare di cadere nella tentazione di farsi trovare su tutti: come già detto, bisogna selezionare solo quelli più adatti al proprio business e presidiati dal pubblico di riferimento.

 

Ogni Social network ha, infatti, delle caratteristiche e un pubblico ben definito di cui bisogna tenere conto.

 

●        Facebook rimane ancora il più famoso e frequentato. È il più “adulto” per anno di fondazione e per età degli utenti. Per questo motivo, chi ha un target più giovane lo utilizza come canale secondario e si concentra soprattutto su Instagram.

 

●        Instagram è dove sono nati gli influencer, i nuovi ambasciatori di brand e prodotti. Soprattutto qui, per rendere efficace un post, è importante inserire nel copy gli #hashtag, delle etichette che rimandano a un macro-argomento, usate dagli utenti per cercare i contenuti. La sfida è trovare hashtag di tendenza, ma coerenti con ciò di cui si parla.

 

●        LinkedIn è il social che ogni azienda o libero professionista dovrebbe avere. Se inizialmente veniva utilizzato per offrire e cercare lavoro, ultimamente è diventato un social a tutti gli effetti, sul quale condividere notizie e interagire con la propria rete. Consente di dare una visione completa e aggiornata della propria struttura, dei propri prodotti e collaboratori, quindi del proprio posizionamento sul mercato.

 

●        Twitter è il social network più utilizzato per dare notizie ufficiali e per parlare di eventi ed iniziative servendosi degli hashtag per inserirsi nei trending topic del momento. Per realtà che cavalcano le ultime news e organizzano iniziative di frequente è sicuramente la piattaforma più indicata.

 

●        TikTok è ormai sulla bocca di tutti, ma va bene anche per le aziende? Chi vuole intercettare un pubblico giovane e creativo può utilizzare questo Social Network cimentandosi nella realizzazione di video curiosi, divertenti, ironici e di tendenza.

 

●        Whatsapp e Telegram vengono usati perlopiù per scambiare messaggi e non sono dei veri Social Network. Si tratta tuttavia di due strumenti molti importanti per comunicare con i propri clienti e dedicare loro promozioni o offerte speciali.

Chi sono i professionisti dei Social Network: i Social Media Manager

I professionisti che lavorano con i Social Network sono delle figure di riferimento imprescindibili per chi vuole avere successo in questo settore. Per ottenere dei risultati apprezzabili sui canali social è necessario investire tempo, energie e risorse. Avere una pagina trascurata, con informazioni non aggiornate e povera di contenuti sarebbe un autogol.

 

È bene quindi affidarsi a un professionista, che può essere una risorsa interna adeguatamente formata o un consulente esterno. I “lavoratori dei social” sono molti e ognuno si occupa di un aspetto specifico (analisi, scrittura dei testi, immagini, marketing ecc. ecc.), ma, se non si è una grande realtà con un Social Media Marketing dedicato, la figura a cui appoggiarsi è il Social Media Manager che ha competenze trasversali in tutte le aree principali.

 

 

Ti senti pronto adesso ad aprire una tua pagina sui Social Network? Se ne hai bisogno, puoi affidarti a un nostro consulente specializzato in soluzioni Social che saprà guidarti passo dopo passo nella scelta e nella gestione di questi canali. 

La guida pratica per lanciare il tuo Shop Online

 

WHITE PAPER

Ti potrebbe anche interessare