Disaster Recovery: TIM e Veeam insieme

Disaster Recovery: TIM e Veeam insieme per il servizio TIM Service Recovery Ready

TIM sceglie il software di Disaster Recovery del partner Veeam per la soluzione TIM Service Recovery Ready

21_disaster-recovery-tim-e-veeam-insieme
time Tempo di lettura 2 minuti

Cloud, Backup e Disaster Recovery: la scelta indispensabile per le Aziende che non si vogliono fermare

Così come altre soluzioni utilizzate nella Digital Transformation, il Disaster Recovery è tra gli elementi che possono fare davvero la differenza tra un’Impresa evoluta e una no. Durante il lockdown, il Cloud ha dimostrato una volta di più la sua importanza e centralità, garantendo resilienza alle imprese che hanno deciso di implementarlo.

 

Sono state sorprendentemente le PMI a registrare la dinamica più interessante nel 2020, con una crescita della spesa in Public & Hybrid Cloud del +39% rispetto al 2019 e in particolare con un +16% investito in IaaS.

 

La ragione sta probabilmente nel fatto che le piccole realtà, più delle grandi, hanno dovuto trovare una spinta in più per non fermarsi, viste le limitate riserve a disposizione, e investire nel Cloud è stata la scelta giusta.

 

Oltre a permettere la collaborazione tra dipendenti (smart working), ha anche assicurato la continuità operativa grazie alla Business Continuity.
Uno degli elementi che il Disaster Recovery ha saputo contrastare durante la Pandemia è stato per esempio l’aumento di attacchi informatici: +12% rispetto all’anno precedente di cui un 10% che ha sfruttato il tema COVID-19, la maggior parte attraverso l’invio di malware con la posta elettronica, con link o allegati che, una volta aperti, hanno causato il blocco di interi sistemi aziendali e la conseguente richiesta di un riscatto per sbloccarli. Le Imprese che avevano implementato una soluzione di Disaster Recovery e di Sicurezza informatica non si sono fermate.

 

Il blocco delle attività di un’impresa, piccola o grande che sia, non rappresenta solo l’interruzione del lavoro. I costi legati ai tempi di inattività sono enormi e la perdita dei dati può mettere a serio rischio l’esistenza stessa delle aziende. Un’impresa che si ferma causa anche la perdita di fiducia da parte dei clienti, dei dipendenti e degli stakeholder.

Multicloud

Tutta la flessibilità che serve alle Aziende

WHITE PAPER

 

VEEAM, leader di mercato nel Disaster Recovery e nel Backup

Veeam nasce nel 2006, con come attività principale la semplificazione dei backup per le macchine virtuali. In poco tempo diventa leader in questo settore, con il primato di ripristino più veloce e affidabile dei dati negli ambienti virtuali. La sua mission è quella di fare in modo che i dati siano sempre disponibili e protetti, indipendentemente da dove risiedano: sistemi fisici, cloud pubblico, cloud privato, ibrido e multi-cloud. Con più di 400.000 clienti, oltre 70.000 partner e 4.000 dipendenti, Veeam è presente in 160 Paesi e ha uffici in più di 35 Paesi al Mondo.

 

TIM ha scelto Veeam come partner fin dalla nascita della Nuvola Italiana, nel 2005, e gli ha affidato il ruolo di fornitore di soluzioni di Backup e di Disaster Recovery. Una partnership che dura ormai da più di 15 anni.

VEEAM e TIM Service Recovery Ready

TIM Service Recovery Ready è una soluzione che mette a disposizione del Cliente 2 opzioni: la prima è il Backup remoto di Virtual Machines x86 e Server fisici, con il software Veeam presso il Cliente e lo spazio fisico nei Data Center di TIM; la seconda è il Disaster Recovery, con software Veeam presso il Cliente e capacità elaborativa + spazio disco nei Data Center di TIM. Il tutto è gestito in autonomia dal Cliente attraverso la consolle di Veeam.

 

Si tratta di una soluzione ad un prezzo contenuto, ideale per le PMI:

Scopri di più

Multicloud

Tutta la flessibilità che serve alle Aziende

WHITE PAPER

 

Ti potrebbe anche interessare