SAP HANA: scegliere cloud provider adatto

SAP HANA: come scegliere il cloud provider adatto

Ottimizzare i costi, rendere le attività operative efficienti e non perdere opportunità di business. Ecco i requisiti per scegliere il cloud provider più adatto a SAP HANA.

21_sap-hana-come-scegliere-il-cloud-provider-adatto
time Tempo di lettura 3 minuti

Per implementare in azienda processi data driven, ottimizzati, flessibili e in grado di far evolvere il business ma anche l’organizzazione, grandi moli di dati devono essere analizzate e interpretate in modo efficiente.

 

È la digital transformation che accende servizi on demand, sempre più integrati tra loro e sempre disponibili sul cloud: come SAP HANA, l’ERP più diffuso tra le aziende e che, sul cloud, trova il suo ambiente operativo più efficace pur obbligando l’infrastruttura IT a soddisfare requisiti importanti.

Perché implementare SAP HANA on cloud e requisiti

Innanzitutto, implementare SAP HANA on cloud permette di ridurre la complessità della propria infrastruttura e quindi, grazie alla capacità del sistema di analizzare in real time i dati, consente all’azienda di prendere decisioni e di supportare un business che cambia, velocemente.

 

Inoltre grazie al cloud si può far diminuire la ridondanza e le dimensioni dei dati, riducendo al tempo stesso i costi operativi e per l’acquisto dell’hardware.

 

Caratteristiche che rendono ovviamente necessaria una scelta ponderata del proprio cloud provider, che deve rispondere a stringenti parametri.

  • Le necessità tipiche di un’implementazione di SAP HANA on cloud, infatti, richiedono all’azienda di arricchire le applicazioni SAP con servizi applicativi di nuova generazione, AI-driven, in grado di sfruttare tutti i potenziali dati che l’ERP è in grado di mettere loro a disposizione.
  • Inoltre è fondamentale disporre di flessibilità e di scalabilità, per avere un’infrastruttura in grado di adeguarsi velocemente a esigenze applicative specifiche, senza hardware lock-in e con time to market il più rapidi possibile.
  • Al tempo stesso l’azienda deve stare attenta ai costi. È necessario con un mercato così competitivo e globalizzato massimizzare il proprio ritorno sull’investimento con riduzioni di costo nella gestione dell’infrastruttura, mantenendo elevati livelli di servizio. Quindi rendere i potenziali disservizi al minimo possibile, mantenendo un’alta business continuity ed evitando fermi applicativi anche nel caso di eventi minori.
  • Infine le aziende richiedono di poter fare affidamento su di una piattaforma cloud progettata dalle fondamenta per offrire i massimi livelli di sicurezza e in grado di dare un supporto end to end sulle componenti di infrastruttura e piattaforma – come avviene con la Google Cloud Platform erogata da TIM.

 

Se si considera inoltre, che in Italia ci sono ancora più di 1.000 clienti SAP che utilizzano una versione di ERP SAP che dovrà necessariamente essere migrata entro il 2027 – data nella quale l’azienda tedesca ha deciso di supportare unicamente la versione S/4 basata sul DB HANA – i motivi per la scelta di una infrastruttura cloud efficiente ed efficace sono ben chiari.

Multicloud

Tutta la flessibilità che serve alle Aziende

WHITE PAPER

 

Google Cloud per i sistemi SAP

Secondo il report The Google Cloud Business Opportunity For Partners di Forrester Consulting, Google è l’unico cloud provider in grado di ridurre sensibilmente il TCO – total cost of ownership – per i clienti che effettueranno la migrazione ad HANA.

 

Questo perché la GCP può ridurre il downtime dei sistemi SAP, aumentare la loro efficienza fino al 35%, migliorare la produttività del business e delle attività di front-line e, alla fine, portare anche efficienza nella gestione della supply chain.

 

Anche Gartner, nel suo white paper Business Value of Google Cloud for SAP Environments, prospetta alle aziende costi di gestione ridotti fino al 46%, grazie a un 31% di minori costi per l’infrastruttura IT, a una riduzione del 65% per il tempo dello staff tecnico da dedicare a deploy e migrazione e a un 56% di maggiore efficienza del team di lavoro tecnologico (più 66% di efficienza per il gruppo che gestisce l’infrastruttura, un 39% di efficienza per chi gestisce i DB e un 60% in più per chi si occupa di sicurezza).

 

Inoltre, l’infrastruttura Google Cloud è in grado di scalare verticalmente, ridimensionando le risorse assegnate a una VM secondo configurazioni standard o custom, incrementando o riducendo automaticamente il numero di istanze che servono un particolare carico di lavoro.

 

Infine, Google Cloud offre al tempo stesso un’ampia flessibilità nel dimensionamento delle risorse hardware, per poter soddisfare le esigenze infrastrutturali dei clienti SAP.

Multicloud

Tutta la flessibilità che serve alle Aziende

WHITE PAPER

 

Ti potrebbe anche interessare