Prodotti

iPhone 13 Pro Super. Ultra. Pro.
Acquista uno dei modelli della gamma iPhone 13 a partire da 25€/mese senza anticipo.

iPhone 13 Pro Super. Ultra. Pro.

Modernizzazione delle applicazioni: tecnologie

Modernizzazione delle applicazioni: le tecnologie best of breed di Anthos

La modernizzazione delle applicazioni, con Anthos, diventa più flessibile, sfrutta l’infrastruttura aziendale esistente ed è più veloce grazie a tecnologie best of breed.

21_modernizzazione-delle-applicazioni-tecnologie-best-of-breed-di-anthos
20.07.2021
time Tempo di lettura 3 minuti

Partiamo dallo scenario competitivo, sempre più dinamico e sempre più veloce: un mercato in cui le aziende, per poter restare ai vertici, devono essere in grado di contenere i costi , di aumentare il ritorno sugli investimenti e, da ultimo, anche di ridurre il time- to- market e la complessità gestionale e operativa.

 

Da qui ne consegue che il percorso da seguire sia quello della modernizzazione delle applicazioni legacy, migrandole in cloud in un’ottica di sviluppo più agile, sfruttando il paradigma dei devops e della containerizzazione, con cui si passa da un concetto di sviluppo monolitico a un sistema indipendente, ma correlato di microservizi.

 

Per completare questa trasformazione digitale si deve però essere in grado di scegliere la strategia giusta, utilizzare i corretti servizi, strumenti e tecnologie.

 

Questo perché, per la modernizzazione delle applicazioni, le aziende necessitano di modalità coerenti e scalabili per lo sviluppo, la protezione e la gestione dei loro software applicativi, soprattutto per sfruttare gli ambienti ibridi e multi-cloud, spesso richiesti dallo scenario attuale.

 

Modalità che, senza i giusti strumenti, diventano estremamente impegnative e complesse, oltre che costose e avide del tempo e delle risorse dei team di sviluppo e di gestione dell’azienda.

Application modernization

Come modernizzare le applicazioni

 

WHITE PAPER

Modernizzazione delle applicazioni legacy: il ruolo di Anthos

La soluzione a questi problemi c’è ed è anche efficace, da un punto di vista tecnologico ed economico. Stiamo parlando di Anthos, la piattaforma che consente di eseguire le proprie applicazioni sia su Google Cloud che su altri cloud pubblici e anche on-premises.

 

Da un punto di vista tecnologico Anthos fornisce uno strato di separazione tra le componenti infrastrutturali e gli applicativi, permettendo agli sviluppatori di concentrarsi sul risultato, senza preoccuparsi di quale piattaforma software ospiterà il loro codice, sia essa basata su macchine virtuali o usi il cloud nativo.

 

Anthos raccoglie le tecnologie best of breed perché mette a disposizione le funzionalità di Google Kubernetes Engine (GKE), GKE On-Prem e la console Anthos Config Management per un’amministrazione unificata delle policy, della sicurezza e degli aggiornamenti.

 

Il suo layer infrastrutturale, infatti, sfrutta importanti funzionalità, quali il configuration management, un single place da cui gestire i cluster, un sistema per la gestione unificata dei codici sorgente , l'introduzione di policy, implementando proprie strategie di sicurezza e il sistema di service mesh, per coordinare il dialogo tra i diversi servizi.

 

Inoltre, grazie ad Anthos, la modernizzazione delle applicazioni aziendali si può dire, davvero, flessibile e “infrastructure inde pendent”, perché è stato progettato per offrire un’alta fluidità e per gestire carichi di lavoro in esecuzione anche su cloud di terze parti.

 

In questo modo un’azienda non corre il rischio di dover rimanere ancorata a una soluzione scelta in partenza, che non tiene conto, eventualmente, delle necessità del business che si verificano successivamente.

 

Al contrario, con Anthos, i team di sviluppo hanno sempre libertà di distribuire, di eseguire e di gestire le applicazioni nell’ambiente cloud migliore per quella particolare necessità, senza l’obbligo di apprendere nuovi ambienti operativi o API diverse.

Vantaggi di Anthos per la modernizzazione delle applicazioni

Con un riflesso significativo anche sui costi: lo stesso rapporto mette in evidenza come questa scelta abbia registrato un ROI fino a 4,8 volte maggiore rispetto ad altre Benefici che poi si trasformano in KPI evidenti, soprattutto se la scelta di Anthos è abbinata all’utilizzo del cloud di Google; come evidenzia lo studio New Technology Projection: The Total Economic Impact Of Anthos di Forrester, nel caso dell’adozione di Anthos per il proprio percorso di application modernization, si nota un miglioramento dal 60% al 96% della produttività per le attività legate alla sicurezza, una riduzione dal 23% al 38% delle attività non legate alla codifica per gli sviluppatori, un’efficacia di migrazione e modernizzazione delle app dal 58% al 75% maggiore e un aumento dal 40% al 55% dell'efficienza delle operazioni sulla piattaforma.soluzioni.

Application modernization

Come modernizzare le applicazioni

 

WHITE PAPER

Ti potrebbe anche interessare