Application modernization platform: Anthos

Application modernization platform: perché scegliere Anthos

La piattaforma di gestione app Anthos, su Google Cloud Platform, e il supporto consulenziale di TIM, permettono di modernizzare le proprie applicazioni e di mettere il proprio business al riparo da qualunque imprevisto

21_application-modernization-platform-perche-scegliere-anthos
time Tempo di lettura 2 minuti

Mentre la nuova normalità stenta ad imporsi, le aziende si sono trasformate per preparare la loro organizzazione interna a rispondere alle richieste e alle sfide del mercato più velocemente, con sempre maggior efficienza e, soprattutto, in maniera resiliente.

 

Gli scenari in cui esse stesse operano e in cui i loro clienti si trovano lascia poco spazio, ormai, a una consuetudine operativa replicabile; i mesi trascorsi hanno infatti mostrato come si debba essere pronti, in ogni momento e rapidamente, a cambiare in corso d’opera le proprie pratiche operative.

 

La risposta a queste esigenze è l’innovazione, che passa obbligatoriamente da una modernizzazione delle proprie applicazioni e, di conseguenza, anche dall’adozione del cloud come piattaforma operativa.

 

Un processo non rimandabile e che la pandemia ha accelerato: soltanto il cloud, con le sue potenzialità e capacità – scalabilità, efficienza, controllo dei costi – è in grado di rendere più flessibili le applicazioni su cui si basa il business aziendale, di renderle efficienti e reattive ai rapidi cambiamenti del mercato.

 

Ma per raggiungere questa flessibilità, le applicazioni devono cambiare, passare dal concetto di monolitica presenza a una più moderna organizzazione in micro-servizi, indipendenti, agili ed efficienti – i container – come richiede la modernizzazione delle applicazioni.

Multicloud

Tutta la flessibilità che serve alle Aziende

WHITE PAPER

 

Application modernization platform: perché scegliere Anthos

La modernizzazione è un processo strutturale che oggi più che mai non riguarda soltanto la parte IT di un’azienda, ma coinvolge la sua stessa evoluzione e la sua esistenza.

 

Passare da applicazioni legacy - concepite per lavorare in un ambiente on-premises e, quindi, per forza di cose poco flessibili, rigide e modificabili in tempi lunghi e con costi elevati - ad applicazioni più agili, facilmente implementabili in ambienti diversi, senza richiedere sviluppi differenti, è la strada maestra per le aziende che vogliono affrontare da vincenti questi periodi straordinari.

 

L’application modernization – e il passaggio al cloud – deve essere un processo iterativo, che parte dalle richieste dei clienti e le combina con le necessità dell’azienda, trovando il percorso più congeniale per raggiungere gli obiettivi prefissati senza esporsi a rischi ma, anzi, riducendo sprechi e time-to market.

 

Portare tutte le applicazioni sul cloud deve essere una scelta che aumenti l’efficacia dell’organizzazione e non un ulteriore fardello, da gestire solo in nome di una modernizzazione di facciata.

 

Dunque, il suo primo obiettivo deve essere quello di ridurre lo spreco di risorse: per questo serve una piattaforma di modernizzazione delle applicazioni , come per esempio Anthos di Google Cloud, che, oltre a estendere i servizi e le prassi di progettazione di Google Cloud, consente di implementare gradualmente i nuovi vantaggi funzionali senza perdite di competitività.

 

Anthos permette di sfruttare una piattaforma coerente per il deployment di tutte le applicazioni aziendali che si basano sui servizi, attraverso il concetto di containerizzazione.

 

Anthos, inoltre, agevola e velocizza la distribuzione del nuovo software grazie a Kubernetes, in ambienti cloud e on-premises, che crea una pipeline di distribuzione del software rapida e scalabile, agevolata anche dal supporto di strumenti cloud-native e l'assistenza di esperti.

 

Inoltre, Anthos offre un maggior controllo sull’integrità e sulle prestazioni dei servizi aziendali, utilizzando un approccio programmatico per la gestione delle app, anche distribuite in ambienti operativi diversi.

 

Sfruttare Anthos, su Google Cloud Platform, con il supporto consulenziale di TIM, permette di modernizzare le proprie applicazioni, eliminando le obsolescenze, abbassando i costi di gestione e di manutenzione Scelta che consente alle organizzazioni di aumentare la propria produttività interna e la soddisfazione dei propri clienti, ai quali sarà possibile offrire un’infrastruttura più sicura, più efficiente, sempre aggiornata e, soprattutto, sempre disponibile, qualunque cosa accada.

Multicloud

Tutta la flessibilità che serve alle Aziende

WHITE PAPER

 

Ti potrebbe anche interessare